Ciclabile, Peschiera – Mantova: inverno sul Mincio

Un giro circolare: il lago, il fiume, un bicchiere di vino

Tra Veneto e Lombardia, la pista ciclabile Peschiera – Mantova è un classico per ogni amante della bicicletta, perfetta per una tranquilla gita domenicale. Alla prima occasione, una splendente giornata d’inverno, abbiamo inforcato le biciclette, preso il treno da Verona ed in un quarto d’ora siamo arrivati a Peschiera del Garda.

Dalla stazione raggiungiamo il centro storico della cittadina lacustre passando tra le possenti mura veneziane, recentemente entrate a far parte dei siti protetti dall’UNESCO. Peschiera è insolitamente poco affollata, così ci godiamo appieno i vicoli del centro e il porto prima di cominciare a pedalare sulla pista ciclabile. Ci lasciamo le alte mura di Peschiera e il lago scintillante alle spalle per affiancare il fiume Mincio, che scorre tranquillo verso sud. Il percorso della ciclabile è costruito per buona parte sulla vecchia ferrovia Peschiera – Mantova, d’estate è molto affollato ma d’inverno si incrociano pochi ciclisti e pedoni.

Pedaliamo circondati dalle colline moreniche che pian piano degradano verso la pianura, passiamo a fianco di Monzambano, dominata da un possente castello, fino ad arrivare a Borghetto sul Mincio, un romantico villaggio con mulini ad acqua, adagiato tra l’antico ponte visconteo e la collina di Valeggio sul Mincio, sulla quale svetta la torre del Castello Scaligero.

Dopo Borghetto lasciamo il corso sinuoso del fiume Mincio e sempre su ciclabile raggiungiamo Volta Mantovana. L’Alto Mincio è una terra di castelli e palazzi: Volta Mantovana, oltre al classico castello, presenta anche un elegante palazzo costruito dai Gonzaga. Il pergolato del suo giardino è il luogo ideale per una pausa, e noi ne approfittiamo per riposare con un calice di vino locale dell’enoteca del palazzo.

Per tornare verso Peschiera seguiamo le stradine secondarie dell’ondulato Alto Mincio, dove il bel paesaggio agricolo viene interrotto solamente dalle torri dei castelli di Monzambano e Ponti Sul Mincio.

La gita si conclude nuovamente a Peschiera, abbiamo giusto il tempo per salutare il Lago di Garda e carichiamo le biciclette sul treno per far ritorno a Verona. Consiglio questa escursione a tutti, alle famiglie soprattutto nella prima parte della ciclabile fino a Borghetto sul Mincio, mentre chi ha più gamba può affrontare i percorsi leggermente ondulati dell’Alto Mincio.

Comments are closed.

Newsletter

Iscriviti, ti terremo aggiornato sulle attività i viaggi e le proposte.